Chi Siamo

Questo progetto nasce dall’esigenza di dare voce ai dipendenti pubblici, nostri colleghi, per farli partecipare alla costruzione, INSIEME, di proposte e soluzioni qualificate e concrete sul lavoro pubblico.

Pur se il nostro gruppo è frutto di esperienze culturali eterogenee, siamo convinti che il M5S sia OGGI il nostro interlocutore privilegiato: il  più attento, maturo e rivolto alle esigenze della collettività nazionale, per governare il cambiamento nella Pubblica Amministrazione.

Vogliamo raccogliere le tantissime proposte di qualità dei nostri colleghi, tramite più strumenti – il MeetUp “Pubblico Impiego a 5 Stelle” e gli altri “social”, Twitter e FB – e grazie al bagaglio di esperienze e competenze di ognuno di noi (funzionari e dirigenti pubblici), sostenerle nel canale ufficiale: sulla piattaforma M5S Rousseau.

Ci piacerebbe anche organizzare – con l’aiuto di nostri colleghi esperti  in lavoro pubblico e pubblica amministrazione (funzionari e dirigenti pubblici interni al MeetUp, con un alto profilo culturale e professionale), convegni, seminari e corsi di alta formazione: tutti assolutamente NO LOGO – come il nome usato per il dominio e gli altri canali social.

Vogliamo, anche, sfatare molti dei falsi luoghi comuni sui dipendenti pubblici e spiegare, vivendo dall’interno delle Pubbliche Amministrazioni, che l’amara verità é questa: se funzionano male, è colpa quasi sempre della politica e quasi tutta l’alta burocrazia, di estrazione politica (perché il passaggio alla dirigenza di prima fascia o di vertice delle P.A. , è gestito dalla politica, con provvedimenti di nomina politica). Mentre, riteniamo che buona parte dei dirigenti di 2 fascia di ruolo (esclusi dirigenti esterni a tempo determinato e personale di diretta collaborazione) siano in grado di sostituire la dirigenza apicale: in quanto i dirigenti di 1 fascia non sono acceduti per concorso alla 1 fascia, nè ai posti dirigenziali di vertice – militari e civili e di ogni ordine di potere -, ma, di contro, in virtù di decisioni discrezionali politiche; anzi, proprio tali promozioni sono sintomatiche dei loro legami con le autorità politiche che li hanno promossi.

Questo è un tema importante: il nostro impegno vuole anche essere quello di evitare che si impostino politiche – per la pubblica amministrazione e per il lavoro pubblico – ispirate più alle capacità e alle potenzialità del sistema pubblico, piuttosto che su vuoti e sciocchi luoghi comune.

Siamo cittadini che vivono tutti i giorni le ingiustizie e le inefficienze delle pubbliche amministrazioni: noi non ci nascondiamo dietro ad un dito.

Certo che esistono fannulloni, assenteisti, corrotti: come in tutti i settori di quest’Italia sofferente. In questo caso, occorre stanarli e renderli inoffensivi.

Noi ci siamo! E sappiamo che il più delle volte questa impunità dipende dalle protezioni, delle quali questi godono.

Ma BASTA alla caccia alle “streghe”, utile solo per distruggere o squalificare quello che ogni giorno il lavoro pubblico fa per il Paese.

Vogliamo affermare e difendere con tutto il nostro entusiasmo e la nostra capacità,  la professionalità e l’onestà dei milioni di dipendenti pubblici.

La maggioranza di noi, dopo aver passato anni a studiare, hanno superato, con merito, un concorso pubblico per esami; ci siamo poi dedicati con passione e dedizione all’attività professionale nella PA, con sviluppi consistenti del proprio bagaglio professionale, riconosciuto internamente ed esternamente all’Amministrazione pubblica di appartenenza.

Sapete perché lo abbiamo fatto? Perché NOI ci crediamo in questo Paese! Perché siamo onorati di servire la collettività e la Nazione.

Noi tutti i giorni ci impegniamo in mezzo a mille difficoltà per offrire a TUTTI i cittadini servizi di qualità.

Ma noi facciamo anche altro: difendiamo quotidianamente le pubbliche amministrazioni dall’assalto di chi vuol distruggere o mal governare il sistema pubblico, per lucrarci sopra.

Dateci una mano tutti e seguiteci: soprattutto sui social: Twitter, FB e la piattaforma Meetup!